Benvenuto nelle nostre pagine, ora sei il nr. 22050. I tuoi suggerimenti, sicuramente ci aiuteranno a migliorare. Grazie.

Fipav Vicenza

Storia

La storia inizia nel giugno del 1971.
Due ragazze sedicenni che a scuola avevano cominciato a conoscere e praticare la pallavolo decisro di lanciare l’idea anche a Castelgomberto. Erano Antoniella Danieli e Maria Bolzon.
Il nuovo sport trovò fertile terreno all’interno delle attività dell’Oratorio. Umberto Cappozzo si pose alla guida delle prime ragazze raccoltesi attorno alle due pioniere. Questa è la prima documentazione fotografica e si riferisce alla primavera del 1972, ma le prime uscite sul campo erano già avvenute nell’estate dell’anno precedente.
La divisa aveva i colori sociali giallo-oro. Qui la vediamo nelle immagini del 1972: sono Cisotto Margherita, Poletto Carla, Poletto Maria, Peruzzi Carla, Leoni Leila, Danieli Antoniella e l’accompagnatore Desiderio Carlotto che aveva affiancato Umberto Cappozzo, Fortuna Bernardina, Pozza Anna, Bolzon Maria, Fattori Laura.
 Il gruppo va assumendo un assetto organizzativo sempre più efficiente e nel 1972 effettua l’affiliazione alla FIPAV.
Questo era il Consiglio Direttivo dell' U S LUX e  il primo presidente effettivo fu Bolzon Antonio.
Con l’ufficializzazione delle attività arriva il contributo della ditta Mainetti, una azienda che è sempre stata vicina al mondo dello sport.
Altre atlete nel frattempo si aggiungono. Qui vediamo la compagine impegnata in un triangolare  disputato all’Oratorio Rigallo. Nell’occasione arriva la prima vittoria di prestigio e la prima coppa.
Nel 1973 alcune ragazze continuano l’attività all’interno dell’oratorio e disputano il campionato CSI con Maurizio Meneguzzo  mentre altre affrontano il Campionato FIPAV di Terza Divisione, allenate da Claudio Concato con la nuova denominazione U S VOLLEY Castelgomberto.
Successivamente la squadra passa sotto la conduzione di Andrea Fattori, ma l’intenzione è quella di muoversi e di puntare a traguardi più elevati.
La prima grossa difficoltà è il campo da gioco.
La squadra è costretta a disputare gli incontri di campionato fuori casa.
Una soluzione provvisoria è l’inaugurazione di un campetto all’aperto nel 1975.
Nell’anno 75-76 arriva la promozione e la squadra disputa il campionato di Seconda Divisione.
Il nuovo allenatore è Luigino Dal Toso.
Nel frattempo la società si irrobustisce e c’è il primo cambio di presidenza.
Arriva Roberto Affolati che contribuisce anche allo sviluppo del settore maschile.
La squadra maschile è allenata da Gianni Fin, raccoglie alcuni giovani ed è rinforzata da elementi provenienti da paesi limitrofi. Negli anni successivi raggiunge risultati più che apprezzabili in Seconda e Prima Divisione. Roberto Pozza guida la squadra negli ultimi anni ’70.
Nel 1977 la squadra femminile si classifica al secondo posto e viene promossa in Prima Divisione Regionale.
Sempre con Dal Toso, nel 1978 la squadra vince il proprio girone di Prima Divisione.
Questo brillante risultato offre la possibilità di assorbire una squadra di Noventa e di accedere ad un traguardo fino ad allora impensabile, il campionato nazionale di serie B.
Arrivano altre atlete e la squadra alla guida del nuovo allenatore Remigio Occhiali inizia un periodo di successi. Al primo anno di serie B conquista il secondo posto sfiorando la promozione.  
L’anno successivo 1979-80 presidente della società è Giancarlo Peruzzi.
Il Mainetti Castelgomberto conduce il campionato dall’inizio alla fine e viene promosso in serie A2.
Non abbiamo documentazione fotografica, ma la stampa locale sottolinea in bella evidenza l’exploit della nostra società. Questa è la formazione promossa in serie A2:
Schiavo Rita, Rappanello Giovanna, Fortuna Silvia, Fortuna Ines I, Fortuna Ines II, Fortuna Berni, Bellotto Nadia, Zorzi Ade, Pretto Angelisa, Danieli Antoniella.
I festeggiamenti sono d’obbligo, la gloria arriva anche dalla stampa sportiva nazionale.
Non va dimenticato che in questo anno sportivo decolla anche il settore giovanile.
Per il Campionato Ragazze viene allestita una squadra formata da atlete provenienti dal Lux Castelgomberto. Il 1979 è stato infatti anche l’anno della fusione, fanno parte dell’unica società che ora si chiama Pallavolo Castelgomberto ben 48 atlete.
L’anno seguente Peruzzi lascia l’incarico di presidente e subentra Zanuso Ermenegildo.
Ha inizio la grande avventura in serie A. La compagine che perde il punto di forza Ade Zorzi e la fondatrice Danieli Antoniella viene arricchita di nuovi arrivi, tra cui la forte centrale Giovanna Caccaro.
Castelgomberto si trova a giocare contro città come Genova, Torino, Padova, Firenze.
Dopo fasi alterne il Mainetti riesce a salvarsi e alla fine del campionato sembra di vedere anche a Castelgomberto le trattative che accompagnano le grandi squadre.
L’anno dopo, il campionato inizia sotto i segni dei colpi di scena del rinnovamento. La straniera arriva effettivamente a Castelgomberto. E’ la campionessa coreana Lin Qiung, ma solo per un allenamento, dopo di che, in seguito a controversie, ritorna a Bologna.
La squadra di Castelgomberto perde la Caccaro, Fortuna Berni e Fortuna Ines, ma viene rinvigorita dalle sorelle Filippi Antonella e Paola e da alcune atlete provenienti dal Schio. Torna anche Ade Zorzi.
Il campionato risulta particolarmente difficile, Occhiali lascia, e Luigino Dal Toso si incarica di gestire la retrocessione. A fine anno la società rivede i propri programmi e le proprie ambizioni.
Nel 1982, dopo il biennio di Zanuso, torna alla presidenza Giancarlo Peruzzi.
La revisione è inevitabile. Si decide di cedere la serie B e di dare il via ad un nuovo ciclo. Si guarda con particolare cura al vivaio e si dà inizio ad un lavoro più preciso e sistematico nei confronti del settore giovanile.
Per la prima squadra si riparte con un campionato regionale di serie C2. Alla guida della squadra c’è ora Franco Tonello che allestisce una compagine giovane e quasi tutta locale.
La stessa formazione disputa il Campionato Juniores che vince il titolo provinciale.
L’anno successivo entrano altre giovani atlete e, dopo 12 anni di impegno esemplare, lascia la capitana Ines Fortuna.
La squadra è in progressione ed arrivano i trofei puntualmente ritirati dalla nuova capitana Paola Filippi.
Ancora C2 nell’anno sportivo 1984-85. C’è un nuovo presidente, Luciano Dall'Olio al quale, nel 1985, subentra Silvano Fornasa.
La squadra al terzo anno di attività centra l’obiettivo della promozione.
Continua l’attività del Mini-volley. Qui siamo nel 1984 e ne vediamo una rappresentanza assieme all’allenatore Antonio Amore. Il gruppo si allarga ed il settore giovanile dopo il contributo tecnico di Danieli Gemma e Fortuna Silvia, passa sotto la direzione di Flavio Gasparella.
Dal 1985 inizia un ciclo di 5 campionati di serie C1 disputati quasi sempre al vertice.
Il 1987 segna un momento importante per la nostra società. All’antico sostenitore se ne affianca un altro: la FERPLAST del signor Carlo Vaccari, grazie anche all’interessamento costante del ragionier Manente.
Le due aziende leader di Castelgomberto saranno d’ora in poi quelle che garantiranno alla Pallavolo Castelgomberto la possibilità di disputare campionati di buon livello e, quel che più conta, di garantire a molte giovani del paese la possibilità di praticare sport in modo qualificato.
Nel frattempo l’attenzione della società è sempre più rivolta ai settori giovanili.
Nel 1984 l’allenatore Gianni Cabianca allestisce un gruppo che raggiungerà traguardi ambiziosi.
L’anno seguente infatti, viene ammessa infatti alla finale nazionale di Mini-volley disputatasi a Città di Castello. E’ la prima volta che un gruppo di giovanissime atlete di Castelgomberto affronta un impegno a carattere nazionale. La stessa squadra accede nel 1986 alle finali nazionali di Super Mini-volley svoltesi a Fano. Nel 1987, sempre sotto la guida di Gianni Cabianca, vince anche il titolo provinciale di Under 14 e disputa la finale regionale.
Sono anni ruggenti per i nostri settori giovanili.
Nel 1987 Franco Tonello forma un gruppo di Mini-volley destinato a conseguire, negli anni successivi, risultati prestigiosi. Qui sono al primo anno di attività.
La squadra si impone a livello provinciale nella categoria Super Mini Volley e disputa le finali nazionale a Caspoggio in provincia di Sondrio nel 1988 e a Pieve di Cadore l'anno successivo.
Nella primavera 1990 arriva il risultato più prestigioso,  dopo aver vinto il titolo provinciale e regionale Under 14, accede alle finali nazionali disputatesi a Latina. Sono quattro giorni vissuti intensamente, non arriva la vittoria finale, ma ci sono comunque premi e gratificazioni.
Ritornando alla prima squadra nel 1989, arrivano nuove atlete ed una nuova coppia di allenatori, Sergio Dalla Fina e Mauro Balasso.
Dalla Fina in due anni riesce a centrare l’obiettivo della promozione in serie B2 nazionale.
Questa è la formazione che, a 12 anni di distanza, riporta la Pallavolo Castelgomberto in serie B: allenatore Dalla Fina Sergio, Ballico Maira, Leonardi Ezia, Folco Edvige, Zanuso Clelia, Bassanello Monica, Rappanello Giovanna, Filippi Antonella, Filippi Paola, Filippi Michela, Pietribiasi Manuela e l’accompagnatore Sandri Moreno, Zaupa Claudia e Piccoli Ylenia. Più che meritata la gita premio in Iugoslavia.
Ma i tempi sono cambiati, non è possibile ora sostenere da soli un simile impegno. Una temporanea collaborazione con il Montecchio permette di allestire una squadra che alla guida di Renzo Visonà e di Erto Tadiello disputa il campionato di B2. E’ difficile sostenere il passo di avversarie più agguerrite e più determinate. La retrocessione in serie C comporta alcuni cambiamenti ed un nuovo assetto tecnico per l’anno successivo.
Si riparte l’anno dopo 1991 con Franco Tonello alla guida di una squadra ringiovanita che disputa il campionato regionale di C2 concluso al terzo posto in classifica, ha inizio anche quella che sarà una preziosa e lunga collaborazione con Andrea Cocco.
Continua l’impegno nei confronti del settore giovanile. Un gruppo di giovanissimi allenatori guidano le atlete nei campionati di Prima Divisione, di Under 14 e di Minivolley.
Esemplare l’impegno di Agnese Fortuna.
 
Nel 1992, dopo 20 anni di attività, per festeggiare l'anniversario si ritorna a giocare un torneo proprio all'oratorio di Rigallo; viene inoltre organizzato un convegno durante il quale vengono conferiti i meritati riconoscimenti.
La storia continua con la squadra che si conferma nel campionato regionale di C2. Il 1993 risulterà importante, perchè vede iniziare la collaborazione con il Brogliano. Il settore giovanile non è mai stato così ampio e completo: vediamo il gruppo Minivolley seguito da Federica Benetti; il SuperMinivolley con l'allenatrice Ilenia Piccoli;  l'Under 13 con il Presidente Silvano Fornasa, l'accompagnatrice Laura Sartori, gli allenatori Franco Tonello e Alessandro Granatiero; la Seconda Divisione allenata da Agnese Fortuna.
Insieme alla società di Brogliano viene allestita una squadra giovanile che raggiungerà prestigiosi risultati: quello di giocare, nel giugno 1994, la Finale Nazionale  Under 14, ancora a Latina e nel 1996 la promozione in Prima Divisione.
Qui vediamo alcune immagini delle partite disputate con le migliori squadre d'Italia.
Dal 1994 la  prima squadra viene affidata al nuovo allenatore Damiano Cailotto. Parte una nuova Under 14, prima seguita da Ilenia Piccoli e Agnese Fortuna e l'anno successivo da Flavio  Gasparella e Moreno Sandri, che raggiunge la finale Provinciale, come pure l'Under 16;
qui vediamo ancora l'Under 14 in Spagna per il gemellaggio con la città di Alella. 
Nello stesso periodo le ragazze e tutta la società restano sconcertati per la prematura e fulminea scomparsa di Sabrina Masiero.
La squadra Under 16 per ben tre anni consecutivi partecipa, ottenendo ottimi risultati, alle finali nazionali  AICS: nel 96 a Riccione ... a Cervia nel 97 ..... ed a Senigallia nel 1998.
Si continua a seguire con cura particolare il settore giovanile: Minivolley .... Primovolley .... Under 14 ..... Under16.
La fusione di fatto tra il Castelgomberto e il Brogliano di Ezio Sambugaro porta all'unica società denominata C B VOLLEY. Questa è la squadra di serie C 97/98, seguita dal dirigente Franco Randon, con le nuove maglie.
Nell'aprile 1999 viene inaugurato il nuovo, bellissimo e tanto atteso Palasport con una partita maschile di serie A.
L'allenatore Matteo Marchetto guida la prima squadra nel campionato regionale di serie D, ma l'attenzione è rivolta al  vertice della società: infatti dopo 15 anni, Silvano Fornasa passa il testimone di Presidente a Michele Santucci.
L'anno successivo tocca a Danilo Capriglione confermare la categoria, mentre Luciano Peretti nel 2001/2002 sfiora la promozione in serie C: come meritato premio, il Presidente porta la squadra in  ritiro precampionato in Puglia.
Purtroppo le aspettative vengono disattese e l'anno 2003 vede la squadra retrocedere a livello provinciale. L'impegno della società non viene meno, anzi, dopo tanti anni il settore maschile seguito da Ezio Sambugaro, Luigi Marchezzolo e Damiano Cailotto vede impegnate addirittura due squadre.
La Prima Divisione è affidata a Giuseppe Muraro che non riesce a frenare la discesa della squadra. Nel frattempo Franco Tonello è subentrato a Michele Santucci come Presidente.
Bisogna attendere l'anno 2006, per rivedere una squadra competitiva, sotto la guida dell'esperto Damiano Cailotto, seguita da Silvia Fortuna e Lelio Peretto.
Il rinnovamento passa attraverso l'impegno di giovani allenatrici: qui vediamo Chiara Santucci insieme a Susy Gasparini, importanti ritorni, come anche quello di Gino Dal Toso …  il nuovo gruppo Under 14 ... e   l'entusiasmo delle ragazze del Minivolley.
Nel 2008 la squadra di Damiano riconquista la Prima Divisione: il campionato dell’anno successivo viene affrontato affiancando le ragazze più esperte alle giovani più promettenti.
Non riesce l'impresa di mantenere la categoria e nel 2010 è Luigi Marchezzolo alla guida delle giovani atlete.
E' la fine di un ciclo: esauritasi da tempo la collaborazione con  il Brogliano, la società cambia denominazione, che diviene ‘Team Volley Castelgomberto’. La società, come sempre, guarda con attenzione al settore giovanile, trovando la disponibilità di  un gruppo numeroso di genitori che porta entusiasmo e nuovo slancio all'attività.  
Sempre nel 2012, a coronamento di un anno che ha già visto svolgersi a Castelgomberto la due giorni della finale provinciale minivolley, esattamente la sera del 7 settembre si svolgono i festeggiamenti per i 40 anni della pallavolo. La cornice è quella dell’ oratorio Rigallo, dov’ è iniziata questa storia, che riserva a quest’importante appuntamento un’ intera serata nel programma della sua festa annuale. Primo e più entusiasta promotore delle celebrazioni è il presidente in carica, Franco Tonello, che coadiuvato dal gruppo di volontari del direttivo organizza la festa con la proiezione di un video “40 anni di sport” continuazione del primo realizzato nel 1992 in occasione dei primi venti anni, con la premiazione di atlete, allenatori e dirigenti del passato, appositamente invitati e presenti sulla pista del Rigallo e con una mostra fotografica e “di cimeli”, entro la quale, al clou della festa si da il via poi al rinfresco ed ai brindisi, conditi da molti “ti ricordi…”
L’attenzione al vivaio formato da bambine, ragazze e giovani è resa concreta in questi anni anche dalla collaborazione con le scuole, dove si inizia ad entrare in accordo con il corpo docente e prevedendo l’attività di volley in palestra nelle ore di lezione già alla stesura dei Pof (piani dell’offerta formativa), in tutte le scuole di ogni ordine e grado, a partire dalla materna e fino alle medie. L’attività è condotta assieme agli insegnati di motoria da allenatrici ed allenatori della società, che poi gli studenti/atleti ritrovano in palestra se decidono di scegliere la pallavolo come sport.
Non solo: l’oratorio nella stesura del programma delle nuove feste di settembre, riserva sempre ai vari sport, e fra questi anche alla pallavolo, un pomeriggio di attività presso le sue strutture, che risulta tattico per anticipare a quanti Vi prendono parte come gioco e divertimento programmi, allenatori e quanto altro si andranno ad iniziare con la nuova stagione a settembre per il nuovo anno sportivo. Anche nel 2012, anno del quarantesimo, questo pomeriggio viene svolto e da allora per tutti gli anni a venire. Va sottolineato come fondamentale diventi la messa a disposizione, fra le strutture parrocchiali, del nuovo campo da beach, fortemente voluto, promosso e realizzato da Enrico Meggiolaro, allora a capo della polisportiva Italgrafica, e a seguire da una struttura sul “green”.
Non altrettanto del settore giovanile, si può dire invece della prima squadra, che proprio l’anno del 40° non si riesce a formare, ed alcune valide atlete locali, fra queste le sorelle Chiara e Maria Elena Santucci, per poter continuare a giocare son costrette a trovar spazi nelle squadre dei paesi limitrofi.
L’anno sportivo 2012-2013 vede impegnati come allenatori delle Under (13, 14 e 16) Gigi Marchezzolo (U 14), coadiuvato da Paolo Guiotto, ed Annalisa Pellizzari (U 13 e 16), ma l’anno solare 2013 è quello della scadenza biennale del direttivo, e di conseguenza della necessità di rinnovare le cariche. Preso atto della indisponibilità a continuare nel ruolo di presidente da parte di Franco Tonello, dopo lo svolgimento dell’assemblea dei soci nel marzo del 2013,viene eletta una presidente, Vanessa Pasin e in larga parte rinnovato il gruppo direttivo. La ventata del cambiamento non tarda a coinvolgere/sconvolgere un po’ tutto l’ambiente, e alla guida dell’ U 14 viene chiamato fino alla fine della stagione Moreno Sandri. L’impegno della nuova dirigenza è già rivolto alla stagione successiva, per la quale, ferme restando le figure di Chiara Santucci ed Elisa per il baby e mini volley e per l’ U12 Braccio di Ferro, si punta sull’esperienza di Gianni Cabianca, già allenatore nel passato della storia della pallavolo a Castelgomberto, cui vengono affidati due gruppi, quello dell’ U13 e quello dell’ U16. Il grosso merito della nuova presidente e del suo staff è quello però di riuscire dopo qualche anno ad imbastire due prime squadre, sia una maschile, che una femminile, pur quest’ultima con tutti i “limiti” e le difficoltà dovute all’età non sempre o non più fresca (atleticamente parlando, si intende) di alcune ragazze che con entusiasmo e generosità si mettono a disposizione per vedere se possibile ricominciare un ciclo in attesa che arrivino rinforzi e nuova linfa dalle atlete dei settori giovanili, nel frattempo pronte per la categoria. Il femminile disputa come primo anno, sotto la guida di Moreno Sandri, un discreto campionato di terza divisione, mentre i ragazzi si cimentano con una prima divisione, in maniera autogestita a livello di allenamenti, anche se emerge nel corso della stagione come figura di riferimento quella di Prisco, proveniente da una società di Arzignano. Tornano a Castelgomberto le partite serali di pallavolo in palazzetto, il sabato soprattutto per la femminile e talvolta, più per il maschile, per conciliare impegni sportivi, famigliari e di lavoro, anche qualche sera della settimana. Sotto alle prime squadre l’impegno di Cabianca viene premiato in U13, con l’approdo alla finale del Torneo “Città di Vicenza”, finale a quattro che ad inizio di maggio del 2014 viene ospitata proprio a Castelgomberto che però non va oltre il quarto posto, mentre l’U16, che nella seconda fase della stagione sostiene un campionato Open Under 20 mettendo in campo atlete più giovani ed atlete della Terza Divisione, già facendo intravvedere quale potrebbe essere una soluzione per l’anno dopo, ha un andamento poco esaltante, pur non mancando in singole gare sprazzi di bel gioco. Purtroppo alcune fra le giovani iniziano a mollare e a fine campionato, certe domeniche, per mettere in campo un sestetto con almeno un paio di riserve, mister Cabianca deve fare di necessità virtù.
L’estate 2014 registra l’interessamento del Trissino per alcune atlete in età U16; in effetti in quella società, da un anno approdata alla serie D, militano già in prestito le sorelle Santucci, e alle poche, non abbastanza per formare una squadra a se stante a Castelgomberto, atlete quindicenni, viene data l’alternativa di un prestito che le vedrà completare una squadra mista fra i due paesi. Tentano l’avventura oltre paese in quattro/cinque ragazze, con le più perseveranti che arriveranno a cogliere più di qualche meritata soddisfazione in quanto a risultati. Sul fronte interno si registra l’interessamento del gruppo della prima squadra femminile a disputare una categoria più stimolante della terza ed arriva, quasi inaspettato e per questo forse ancor più gradito, il ripescaggio in seconda. Il gruppo di atlete, rinforzato da qualche giovane non andate in prestito al Trissino, viene affidato per il secondo anno a Moreno Sandri, che nel frattempo, assieme anche ad una sua atleta, Sabina Faggion, attiva in società sia come dirigente che genitore, ha conseguito il patentino di allenatore regionale di primo livello. A Cabianca viene confermata la guida dell’ U14 e il maschile si prepara a disputare il campionato di seconda. Ad inizio 2015, scadenza da statuto del direttivo, a Vanessa Pasin subentra come presidente Elsa Zucco, ed il direttivo si rinnova di un quarto, avvicendandosi nomi di nuovi genitori, soprattutto mamme, a quelli di quanti han lasciato il segno negli ultimi quattro/cinque anni. Sportivamente la stagione 2014-2015 si conclude con la retrocessione dalla Seconda del femminile, alla cui guida, a fine inverno, si sostituisce a Moreno Sandri Gianni Cabianca, con la promozione invece del maschile  con un anno non facile, dovuto anche in parte all’età adolescenziale, per il gruppo dell’ U14. Mini ed U12 rimangono orfane, per motivi di salute, per tutta la seconda parte della stagione dell’allenatrice Elisa Zaupa e a quella di Chiara Santucci si affiancano le presenze di Sabina Faggion, che al bisogno si rende disponibile anche per qualche allenamento dell’ U14, e di Alice Prospero, giocatrice della prima squadra femminile. E la storia continua, in attesa dello svolgimento del prossimo anno 2015-2016 (31-08-2015)

E' la conferma della vitalità che la pallavolo sa esprimere  ancora a distanza di 40 anni dalla nascita, una vitalità ed un entusiasmo che permetteranno alla nostra società di proseguire l'impegno sociale e sportivo nei prossimi anni.

I nostri collaboratori

Ultime Federvolley

Link Tecnici

A.S.D. TEAM VOLLEY CASTELGOMBERTO - VIA S.D'ACQUISTO,1 - 36070 CASTELGOMBERTO (VI)    -   Copyright 2015

Sito generato con sistema PowerSport